area clinica

Terapia Sessuologica

“La sessualità è data dall’integrazione di aspetti somatici, fisici, intellettuali e sociali dell’uomo, arricchisce la personalità e la comunicazione dell’amore (OMS)”

La sessualità è una realtà complessa costituita da varie dimensioni costantemente intrecciate nelle nostre esperienze di vita; problemi legati alla sfera sessuale possono avere natura organica, endocrino-andrologica: squilibri ormonali, diabete, abuso prolungato di alcool, disturbi neurologici, effetti collaterali di alcuni farmaci, ecc. 

I disturbi sessuali sono quasi sempre riferibili alla coppia e vengono espressi tramite uno dei due partner.

Quando rivolgersi al sessuologo?

È opportuno rivolgersi al sessuologo quando emerge un disagio o un sintomo nella propria vita sessuale che ostacola una serena esperienza erotica: il sessuologo, attraverso una prima fase valutativa, stabilisce se il problema espresso dal paziente richiede un approfondimento medico, una psicoterapia, una terapia sessuologica o se è sufficiente una consulenza sessuologica. 

Il sesso è spesso strettamente legato ad emozioni quali paura, ansia da prestazione, depressione e problemi relazionali.

Poiché la sessualità accompagna l’uomo durante tutte le fasi di vita, è possibile rivolgersi al sessuologo in adolescenza, in età adulta così come durante la senescenza e gli interventi e le consulenze sono eseguiti sia sui singoli individui sia sulla coppia.

Il sessuologo clinico ha la competenza per condurre una terapia sessuale mirata al superamento delle disfunzioni sessuali basato sui principi della psicoterapia cognitivo-comportamentale, integrando nelle sue modalità d’intervento gli strumenti di psicoterapia che indagano i vissuti psicologici legati alla corporeità, alla propriocezione e all’espressione emotiva.

Tipologia di interventi:

  • Intervento psico-pedagogico: molti problemi sessuologici dipendono ancora oggi da scarse o errate conoscenze della sfera sessuale e possono pertanto essere prevenuti o affrontati da una buona educazione. L’intervento psicopedagogico ha come obiettivo offrire al soggetto nuove informazioni, all’interno di un legame di fiducia e collaborazione, che possano divenire conoscenze personali dalle quali originano cambiamenti nel comportamento sessuale;
  • Terapia mansionale integrata: è una terapia breve e si propone il superamento delle disfunzioni sessuali attraverso due percorsi paralleli:
    1. l’analisi del vissuto emotivo-psicologico legato al disagio sessuale;
    2. la prescrizione di esercizi comportamentali specifici per ciascun disturbo.
  • Psicoterapia focalizzata sul disturbo sessuale: è una psicoterapia dove l’attenzione è focalizzata alla rielaborazione costante dei significati legati alla sfera sessuale.

Il sessuologo orienta il proprio lavoro rivolto al benessere e alla soddisfazione individuale e di coppia e non soltanto alla funzionalità meccanica dell’atto sessuale o sul riferimento ad un parametro preconcetto di normalità, essendo fondamentale nell’ambito della salute sessuale il rispetto delle differenze soggettive.

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin